Emozioni in Tibet. Alla scoperta di Ali Snow Mountain

Emozioni in Tibet. Alla scoperta di Ali Snow Mountain

西藏的感动
di Xiong Yuqun
tradotto da Fiori Picco

Questo libro è un resoconto di viaggio alla scoperta di un Tibet insolito e affascinante. Nella regione di Ali l’asprezza e la monotonia della landa sconfinata si scontrano con la bellezza delle montagne innevate e del cielo che sembra un’enorme lastra blu. Una vegetazione fine e rada spunta tra le rocce, i numerosi laghi che costellano la zona sono salati. I pastori nomadi vivono in condizioni di estrema povertà; gazzelle, antilopi, argali e bharal dividono con loro la dura vita sull’altipiano e riempiono di poesia lo scenario delle vette più alte dove i tibetani hanno fissato “la dimora degli dei”. Carovane di yak trasportano i prodotti locali fino ai mercati e c’è chi partendo da zone pastorali molto lontane trasporta cadaveri verso la terra della sepoltura celeste. Le anime dei defunti possono ascendere al cielo dopo che i corpi sono stati ridotti in brandelli e dati in pasto agli avvoltoi. Gruppi di pellegrini girano lentamente intorno al monte Kailash prostrandosi a terra e infliggendosi torture fisiche per ottenere la salvezza nella prossima reincarnazione. In mezzo al deserto l’antico regno di Guge è rimasto immutato nei secoli.
In un mondo surreale, isolato e ai limiti della sopravvivenza Xiong Yuqun analizza le differenze tra un popolo tenace che resiste in mezzo alle privazioni e alle sfide imposte dalla natura e la gente che abita le grandi metropoli vivendo all’insegna dell’interesse e del consumismo. L’uomo di cosa ha realmente bisogno? Un libro che induce a riflettere sul vero significato dell’esistenza e della felicità.